Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
elementor_font
elementor_icons
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
elementor_font
elementor_icons

Phishing

phishing

La parola della settimana è PHISHING!!!

 Indica una frode informatica, in cui il truffatore tenta di appropriarsi di informazioni personali, password o chiavi d’accesso all’home banking della vittima. La modalità principale avviene tramite mail, il cui mittente solitamente sembra attendibile e noto al destinatario (un istituto bancario, un operatore di telefonia mobile, le Poste, l’Agenzia delle Entrate). Logo e layout vengono riprodotte molto fedelmente, tanto che il destinatario stenta a riconoscere la differenza. Tali mail genericamente contengono avvisi dal tono allarmistico, relativi a presunte minacce alla sicurezza, e chiedono al destinatario di compiere un’azione (solitamente cliccare su un link) per verificare l’identità e risolvere il problema.

Tentativi di phishing possono avvenire anche tramite comuni sms dai contenuti simili.
L’ordinamento penale italiano non prevede un vero e proprio reato di phishing, ma è comunque una condotta punibile penalmente perchè è ascrivibile all’interno delle truffe e delle frodi informatiche, che invece sono riconosciuti come reati.

Consigli per difendersi:

  • se la mail è dubbia o proviene da un destinatario con cui il mittente non ha nessun rapporto commerciale in corso, cestinarla
  • fare attenzione a come è scritta la mail: molto spesso contengono diversi errori di grammatica
  • diffidare se nella mail vengono usati toni allarmistici e viene chiesto di compiere una certa azione in modo urgente
  • verificare che il dominio del mittente sia quello originale, facendo una ricerca su Google
  • fare una telefonata al numero verde del destinatario per chiedere conferma della veridicità della mail prima di compiere qualsiasi altra azione (banche, operatori telefonici, Poste, ecc. non chiedono dati personali o password ai propri clienti attraverso una mail)
  • munire il pc, ma anche lo smartphone, di un buon antivirus e aggiornarlo spesso
  • non credere a mail, sms o finestre pop up che annunciano vincite o presentano offerte irrinunciabili
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
elementor_font
elementor_icons
DIZIONARIO